Lega Pro, Foggia-Pisa 1-1, caos e toscani in B

213

Alla fine nello spareggio per salire in cadetteria tra Foggia e Pisa l’hanno spuntata i toscani grazie all’1-1 finale maturato ieri allo Stadio Zaccheria, ma in campo è successo davvero di tutto.

Ancora prima dell’ingresso in campo si sono verificate scintille tra gli allenatori, sul terreno di gioco entrate durissime fino a quando la partita è stata interrotta al 65′, quando un oggetto arrivato dagli spalti ha colpito l’ex allenatore del Milan alla testa. In quel momento la situazione ha rischiato di degenerare: un gruppo di ultras del Foggia ha aperto uno dei cancelli che dividono gli spalti dal terreno di gioco e ha cercato di raggiungere la panchina del Pisa. L’intervento degli steward e delle forze dell’ordine, piazzate a presidio dei varchi, ha evitato il peggio.

Il gioco è ripreso dopo diversi minuti, e negli istanti conclusivi i pugliesi hanno realizzato con Iemmello su un rigore molto dubbio, salvo poi venire ripresi all’ultimo istante da Eusepi in ripartenza. Va dunque al Pisa di Gattuso l’ultimo posto in B, mentre il Foggia dovrà attendere ancora la cadetteria che manca dal 1998. I satanelli saranno in Lega Pro, resta da capire a questo punto come saranno suddivise le squadre.

Nella foto l’allenatore del Pisa Gennaro Gattuso.

Comments

comments

Condividi

LASCIA UN COMMENTO